Tipo di intervento: Concorso di architettura

Luogo: Cazzago San Martino

Tipologia: Edificio Pubblico

Il progetto prevede un complesso edilizio che si stenda morbidamente sul lotto a disposizione. Tale andamento deriva dalla volontà di progettare spazi interni ed esterni accoglienti, che comportino una stimolazione sensoriale dei bambini, attraverso una varietà di forme, colori e materiali, costituendo così dei territori dell’immaginario.

Ciascun elemento progettuale e ciascuno spazio è, al tempo stesso, funzionale e ludico; oltre ad avere una destinazione ed una conformazione spaziale utile all’uso, ogni spazio costituisce quindi un invito al gioco, alla scoperta (anche attraverso l’osservazione dell’ambiente circostante) ed all’avventura quotidiana dell’apprendimento attraverso la sperimentazione di sé e del mondo. La forma stessa del plesso scolastico è improntata alla ricerca dell’accoglienza.

L’edificio abbraccia spazialmente il bambino: attraverso la continuità del suo profilo lo circonda, lo protegge, ed al tempo stesso gli consente di imparare. L’edificio, infatti, si articola sull’area di progetto, con una serie di spazi a maggiore o minore intensità, creando aree per il gioco coperte e scoperte, spazi che possono essere utilizzati per il benessere e per l’apprendimento allo stesso tempo.

Il terreno stesso subisce un movimento tale da creare alcune collinette, le quali possono diventare luogo di gioco e di scoperta per i bambini. In questo concorso si è cercato di declinare al meglio la composizione architettonica con le esigenze pratiche di comfort e benessere dei futuri fruitori degli spazi, utilizzando materiali sostenibili, un metodo di costruzione a secco che permetta la flessibilità delle strutture realizzate, e lo sfruttamento massimo dell’illuminazione solare naturale.

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con l’arch. Marconi Giovanni