Quando l’architettura è in linea con la sostenibilità ambientale

Noi di ZEN ci muoviamo secondo una filosofia che abbiamo definito Architettura 4.0, con cui intendiamo il processo progettuale che porta a realizzare edifici confortevoli, salubri, energeticamente autosufficienti, con costi di esercizio ridotti e certi.
Tecniche di costruzione tradizionali e tecnologie si combinano per migliorare la qualità dell’abitare, rispetto a come lo viviamo oggi.
“Costruire oggi gli edifici del domani” si accompagna necessariamente alla sostenibilità ambientale: per questo siamo consulenti per le certificazioni LEED® e CasaClima®.

Cos’è la certificazione LEED®?

LEED promuove un approccio orientato alla sostenibilità, riconoscendo le prestazioni degli edifici in settori chiave:
– risparmio energetico e idrico
– riduzione delle emissioni di CO2
– miglioramento della qualità ecologica degli interni
– materiali e risorse impiegati
– progetto
– scelta del sito.
Sviluppato dalla U.S. Green Building Council (USGBC), il sistema si basa sull’attribuzione di crediti per ciascun requisito presente nell’edificio.

Cos’è la certificazione CasaClima®?

CasaClima, Agenzia della Provincia Autonoma di Bolzano, promuove l’etica progettuale, orientata alla sostenibilità ambientale.
Un edificio certificato CasaClima è un edificio con prestazioni energetiche tali da permettere di risparmiare sui costi di riscaldamento e raffrescamento. Queste prestazioni devono essere ottenute nel rispetto dell’ambiente.
Caratteristiche primarie di una CasaClima sono coibentazione dell’involucro e impiantistica molto performante.
A queste caratteristiche si aggiungono:
– una struttura compatta (in modo da ottenere un basso rapporto tra superficie disperdente e volume riscaldato)
– un’elevata tenuta all’aria (verificabile attraverso il Blower Test)
– l’assenza di ponti termici
– lo sfruttamento delle energie rinnovabili (ad esempio, fotovoltaico e solare termico).

Essere consulenti per le certificazioni LEED® e CasaClima® ci motiva a creare un futuro sempre più “verde”, in armonia con l’ambiente.
La nostra progettazione architettonica parte da qui:
– Dove si andrà a costruire?
– Quali sono le caratteristiche peculiari della zona in cui andrà ad inserirsi l’edificio?
– Quale scopo avrà l’edificio?
– Quali sono le esigenze del cliente?

Coniugare tutte le risposte nel rispetto dell’ambiente è il nostro lavoro, nell’ottica dell’Architettura 4.0. Fare in modo che ciò che costruiamo sia di qualità effettiva, performante a livello energetico, estetico e funzionale è ciò che ci dà soddisfazione. È ciò che porta ZEN nell’edilizia di domani.

Architettura significa futuro

Pensa alla tua città: com’era dieci anni fa?
Certamente molto diversa da com’è oggi. Tanti nuovi edifici sono stati costruiti, nuove strade collegano nuovi quartieri residenziali, nuove zone verdi accolgono i cittadini al termine della giornata lavorativa.

Prendiamo ad esempio Milano.
Palazzo Lombardia è stato progettato e costruito tra il 2007 e il 2010, con la piazza coperta più grande d’Europa.
Il Bosco Verticale è invece stato costruito tra il 2009 e il 2014.
Prima di queste opere, la zona Garibaldi di Milano aveva tutto un altro volto.

Anche Londra ha avuto una grande evoluzione negli ultimi 10 anni.
Tra il 2009 e il 2012 è stato costruito The Shard, il più alto edificio di Londra progettato da Renzo Piano.
Negli ultimi anni è stato realizzato anche il Walkie Talkie, ufficialmente chiamato il 20 Fenchurch Street. In questo caso, però, parliamo di un grattacielo controverso, causa di raffiche di vento ed incendi di automobili.
Nonostante sia stato anche nominato come peggior costruzione del Regno Unito per l’anno 2015, l’edificio ospita il giardino pensile per eccellenza della città.

Che si parli di un nuovo edificio o di una ristrutturazione, parlare di architettura è spesso, quindi, parlare di futuro.
Un nuovo edificio nasce nelle mani dell’architetto che, con la progettazione architettonica, ne definisce l’aspetto e la funzionalità.
– Non esiste un design predefinito, ma ci sono certamente accortezze da adottare.
– Ogni intervento di costruzione o ristrutturazione impiega energia e risorse ambientali.
– Inoltre, le normative devono essere rispettate per tutelare l’ambiente e la popolazione in futuro.
– Necessario, poi, è parlare di qualità: l’architetto da subito, in fase di progettazione architettonica, deve mettere al primo posto l’etica professionale.

È fondamentare creare ambienti per l’utente, oltre ad un mero senso estetico.

Al centro, nell’architettura 4.0 di ZEN, c’è la persona che vivrà in quella casa, o che lavorerà otto ore al giorno in quell’edificio: l’architetto deve realizzare il suo progetto con questo focus.

L’edificio viene subito dopo: qual è la sua funzione?
Creare un’architettura utilizzando forme semplici fa in modo che possa essere utilizzata per tanti anni e che, se necessario, possa essere riadattata con poca energia.
Dove si posiziona la nuova costruzione?

L’architettura 4.0 si svolge nel pieno rispetto dell’ambiente e fa in modo di portare la natura negli edifici, attraverso i materiali e anche attraverso il paesaggio circostante.

La progettazione architettonica che vuole essere il futuro non può tralasciare gli aspetti importanti di oggi, e deve prevedere al meglio delle sue possibilità le necessità di domani.