Architettura e sostenibilità

Il mondo dell’edilizia e dell’architettura si sta muovendo nella direzione della sostenibilità ecologica ed ambientale. Questi sono temi di fondamentale importanza, che porteranno cambiamenti significativi in tutte le fasi del processo edilizio, dalla progettazione, alla costruzione, alle finiture.
Grazie all’integrazione di strutture e tecnologie appropriate, gli edifici vengono progettati per limitare l’impatto ambientale. Le finalità progettuali? L’efficienza energetica, il miglioramento della salute, del comfort e della qualità della fruizione degli abitanti.

Progettare un’architettura sostenibile significa considerare elementi fondamentali del processo di progettazione, tra cui:


Ambiente circostante: per eseguire un progetto che sia davvero in relazione con ciò che lo circonda, diventa fondamentale costruire un edificio seguendo precisi criteri. Questi permetteranno di ridurre il fabbisogno di energia per il proprio funzionamento, con un minor impatto ambientale e un’integrazione ottimale con l’ambiente circostante.
Clima: è importante conoscere la temperatura dell’aria di un luogo per comprendere quale siano le migliori scelte progettuali da compiere, in merito a materiali e tipologia costruttiva.
Il ricorso alle fonti energetiche rinnovabili: l’installazione di pannelli solari termici o la posa di un impianto fotovoltaico permettono di sfruttare il sole, fonte energetica rinnovabile e gratuita, per produrre rispettivamente acqua calda ed energia elettrica.
Sistemi domotici di gestione: sempre più persone cercano soluzioni che le aiutino a migliorare la qualità e il comfort dell’ambiente domestico, oltre che ridurre i consumi.
Uso razionale della risorsa idrica: un ulteriore aspetto è riferito al corretto utilizzo della risorsa idrica, con l’adozione di tecnologie in grado di riusare l’acqua piovana per usi secondari, o di consentire una elevata permeabilità dei terreni.
Utilizzo di materiali bioecologici: la scelta di materiali e prodotti sulla base di un ecobilancio, che confronta tra loro i prodotti valutandone i diversi impatti ambientali prodotti in tutte le fasi del ciclo di vita.

Fare architettura sostenibile significa saper costruire e gestire un’edilizia in grado di soddisfare al meglio i bisogni e le richieste dei committenti.

Insieme, gli architetti che sostengono la pratica della sostenibilità danno un contributo positivo alla comunità, che abita e vive gli edifici progettati migliorando il rapporto tra uomo-natura, tanto necessario in questo momento di crisi ambientale.
Da anni il team di Zen studia le migliori soluzioni in ambito di architettura sostenibile in modo da poter migliore la qualità del vostro abitare e della vostra vita.
Contattaci per maggiori informazioni.

Architettura 4.0: l’era della progettazione integrata

L’ultimo decennio si è contraddistinto per le ripetute crisi dei mercati immobiliari e per i profondi cambiamenti nel settore dell’industria. Tutto ciò ha fatto emergere in ambito edile e industriale la necessità di guardare al futuro rivedendo i modelli di business aziendali.In questo contesto, le nuove tecnologie assumono un ruolo sempre più importante traghettando le imprese verso la cosiddetta industria 4.0, un nuovo modello di produzione e gestione interconnessa delle produzioni.

Come nelle imprese, anche in edilizia gli edifici si sono evoluti in modo strategico ed efficace, adottando tecnologie innovative e le soluzioni intelligenti che puntano alla sostenibilità degli interventi.
L’architettura 4.0 stravolge completamente il concetto di progettazione che si trasforma in progettazione integrata: non si affrontano più a “compartimenti stagni” le varie fasi della progettazione come disegno architettonico, calcolo strutturale, studio degli impianti, ma il percorso progettuale integra tutti gli aspetti fin dalla prima fase di progetto.

Ecco che l’edificio nasce tenendo conto fin dall’inizio di nuovi aspetti fondamentali:
• Sostenibilità del sito
• Efficientamento dell’uso dell’acqua
• Qualità dell’ambiente interno
• Materiali e risorse
• Energia ed ambiente
• Design innovativo
• Consapevolezza ed educazione
Il processo edilizio, che si avvicina sempre di più a quello industriale, non deve lasciare nulla al caso e i professionisti coinvolti dovranno eseguire una progettazione a 360° che accolga le richieste del cliente e al contempo raggiunga qualità architettonica e alte prestazioni energetiche e tecnologiche.

Lo strumento a supporto alla progettazione di questo cambiamento culturale e dei processi, che consente una maggiore conoscenza di tutti gli elementi che fanno parte di un progetto, è il BIM ovvero Building Information Modeling, la rappresentazione digitale delle caratteristiche fisiche e funzionali di una struttura. La tecnologia BIM offre molteplici vantaggi come: maggiore efficienza e produttività, meno errori, meno tempi morti, meno costi, maggiore condivisione delle informazioni, un controllo più puntuale e coerente del progetto.


Come l’industria 4.0 si fonda sull’ottimizzazione dei processi e sull’interconnessione tra le parti, così la nostra architettura 4.0, realizzata attraverso una progettazione avanzata ed evoluta, punta ai medesimi obbiettivi.


Noi di Zen crediamo fortemente che l’architettura 4.0 possa migliorare la qualità dei nostri progetti e soprattutto la qualità della vita di chi questi spazi li vive. Progettare e realizzare edifici intelligenti è quindi sempre più fondamentale e per farlo bisogna avvalersi delle più avanzate tecniche costruttive e delle migliori tecnologie nel campo.
Il nostro team è costantemente aggiornato per poter offrire al committente il miglior servizio possibile.